Di vandali e insegne

Ma sì, dai, era solo una vecchia insegna.
Tre lastroni di vetro con delle grandi lettere rosse dipinte all'interno che le infiltrazioni e l'inquinamento avevano ridotto piuttosto male. Il sottile discrimine tra fascino decadente e stato fatiscente era già superato da un pezzo.

Però.
Però trovarci al mattino un buco così per colpa di un posacenere scagliato nella notte da qualche pirla fa incazzare.
E soprattutto fa un po' male al cuore: insieme ai vetri se ne va un pezzettino della storia e memoria della nostra famiglia. Perché l'insegna a questo punto la dobbiamo cambiare tutta, gli esperti ci dicono che non si può fare un restauro conservativo.
Perciò salutiamo quelle grandi lettere rosse che hanno visto in silenzio decenni di trasformazione di Milano, il mutare di corso Garibaldi e della sua gente e dei clienti che dal dopoguerra a oggi hanno varcato innumerevoli volte la soglia del negozio, con sogni, desideri o - a loro volta - rimostranze.

Ciao. Speriamo che la nuova insegna possa invecchiare a lungo, insieme ai bambini di oggi e a quelli di domani.

1 commento:

  1. Sono nato e cresciuto in Corso Garibaldi n. 44 proprio di fronte a Rossignoli. Le mie finestre si affacciavano sulle vetrine di questo storico negozio, a destra c'era il settore biciclette a sinistra il settore moto...erano i primi anni 60 quando un Natale (credo 1962/63)i miei mi fecero portare da Babbo Natale una splendida bicicletta Rossignoli...ero il bambino più felice del mondo !!! Un po' di anni dopo riuscii a convincere i miei a regalarmi la Roma sport o(Roma cross) non ricordo bene il nome che comprammo proprio li !!! Passarono gli anni e venne il tempo del motorino (primi anni 70)avevo un debole per la Gilera che acquistai altrove, ma quanti accessori e cose varie mi feci consigliare e acquistai da Rossignoli !!! Tutto cambia (compreso le insegne)il mio ricordo di Garibaldi ha attraversato innumerevoli cambiamenti (fino ai primi anni del 2000), spero che tanti altri bimbi possano vivere ancora le stesse emozioni che ho vissuto io !!! Questo ricordo resterà per sempre nel mio cuore.
    Marco

    RispondiElimina