Si parla di bici a Milano

Lunedì sera si è tenuto l'incontro Biciclettiamo Milano, con l'assessore Maran a fare da onesto sensale alla presenza di Eugenio Galli (preciso e documentatissimo come al solito) e del console olandese Kramer (simpatico e motivato).

Molta, molta gente. Interessata. Partecipe. L'aria, quella della speranza di cambiamento.
Tante facce note: ciclobbysti, ciclisti, meccanici, bike messenger, giornalisti.

Si è parlato di: piste ciclabili, corsie ciclabili, rastrelliere, raggi verdi, bike sharing, piano della mobilità.
Ma più che le parole, quel che vale è la partecipazione e l'interesse generale che si è mosso intorno al primo incontro (di sempre) tra il Comune e gli aventi diritto (chiamiamoli pure stakeholder).

All'assessore il nostro incoraggiamento e un in bocca al lupo: vogliamo Milano come Berlino, Monaco, Siviglia (non dico Amsterdam, né Copenhagen). Ma anche come Parigi, Londra e New York, che da nemiche della bici si stanno trasformando, per scelta politica, in città più a misura di due ruote.

Ps: sono state distribuite anche le piantine della città con gli attuali percorsi ciclabili. Le trovate - gratis - da Rossignoli.

Nessun commento:

Posta un commento